25 Gennaio 2016

"Al nostro Ateneo è richiesto di far fronte all'alta formazione di un numero crescente di studenti, in massima parte provenienti da altre Regioni e da Paesi esteri, di costituire Campus all'estero in partnership con aziende di dimensione internazionale, di accrescere il livello qualitativo della propria ricerca scientifica, per essere in grado di competere e collaborare con gli Atenei e i centri di ricerca internazionali più prestigiosi, di promuovere il trasferimento tecnologico e l'innovazione, contribuendo all'attrazione di investimenti strategici per il Territorio, e infine di stimolare nuova imprenditorialità negli ambiti delle tecnologie emergenti".

Queste le sfide che il Rettore Marco Gilli ha lanciato in occasione dell'Inaugurazione dell'anno accademico 2015/2016, alla quale hanno preso parte il Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca Stefania Giannini, il Sindaco della Città di Torino Piero Fassino e il Preside Facoltà di Architettura - Tsinghua University, Zhuang Weimin. Il Rettore ha presentato alla comunità accademica, al sistema socio-economico e agli ospiti istituzionali le strategie e i progetti che l'Ateneo metterà in campo per proseguire le linee di sviluppo definite dal Piano Strategico, forte dei risultati positivi conseguiti nell'ultimo anno. In particolare, gli investimenti sono stati il tema conduttore della relazione che il Rettore; l'Ateneo ha infatti in programma interventi negli ambiti della didattica, della valorizzazione della ricerca scientifica e del trasferimento tecnologico, della qualità del capitale umano e del rafforzamento delle collaborazioni internazionali. L'ultimo punto toccato dal Rettore nel corso della sua relazione ha riguardato gli investimenti in architettura universitaria, con la firma di un protocollo d'intesa tra Politecnico, MIUR e Città di Torino il sostegno al progetto TO-EXPO per l'estensione del Campus della Scuola di Architettura e Design.         

© Politecnico di Torino - Credits