05 Giugno 2015

Dal prossimo anno Torino e la Silicon Valley saranno un po’ più vicine. Grazie ad un accordo siglato tra il Prorettore del Politecnico di Torino Laura Montanaro e il Presidente della European Innovation Academy (EIA) Alar Kolk, dal 2016 il Politecnico di Torino sarà la sede dello StartUp (Extreme) Accelerator di grande prestigio internazionale della European Innovation Academy (EIA). Le metodologie di scouting e mentoring imprenditoriale nate nella Silicon Valley sbarcheranno a Torino grazie ad EIA e alle numerose partnership con alcune fra le università più prestigiose al mondo (tra cui UC Berkeley, Stanford University, London School of Business, etc.) e grandi gruppi aziendali, come Google, Samsung, Orange, Rovio (Angry Birds) e molti altri.

I giovani “startupper” o aspiranti tali avranno l’opportunità di partecipare nel mese di luglio a tre settimane di formazione intensiva. Divisi in gruppi multidisciplinari da 6-8 persone, i partecipanti dovranno sviluppare un progetto di business a partire da un’idea o dalla propria startup già esistente, con la supervisione e il supporto di professionisti e leader del settore. Al termine delle tre settimane i progetti migliori verranno presentati davanti ad una giuria di Venture Capital professionisti ed i più interessanti saranno finanziati dagli investitori. Lo scopo della European Innovation Academy è quello di supportare e lanciare nuove idee imprenditoriali con un focus sull’innovazione; l’evento accoglie ogni anno professionisti, startuppers e giovani universitari di talento provenienti dalle più importanti università del mondo. Le ultime edizioni hanno visto ogni anno la partecipazione di circa 600 persone (Ingegneri Informatici, Studenti di Design, Marketing, Business ed Economia), oltre 100 speaker e mentor di grandi gruppi aziendali e 10 fondi di Venture Capital tra i più grandi in Europa (Amadeus, Crédite Agricole, ecc.). 

© Politecnico di Torino - Credits