23 Aprile 2013

Le sedute del Senato Accademicodel 29 aprile e del 15 maggio e quelle del Consiglio di Amministrazione del 23 aprile e del 17 maggio sono l’occasione per illustrare le scelte metodologiche che verranno seguite per la predisposizione del Piano Strategico.

In primo luogo, si è proceduto con un’analisi SWOT, in cui sono declinati punti di forza (Strenght), debolezza (Weakness), opportunità (Opportunities) e rischi (Threats). L’analisi si arricchisce di un’azione di benchmarking prendendo in considerazione anche esempi di importanti università internazionali. Il piano strategico si propone di esplicitare obiettivi misurabili, sia nella fase intermedia (objective), sia quelli di medio-lungo periodo (goal).
Sono poi stati individuati i criteri per la formazione della Commissione, espressione delle varie componenti interne all’Ateneo, che seguirà tutte le fasi di elaborazione del Piano e lo proporrà agli Organi di Governo. Una novità sarà rappresentata dal coinvolgimento nel processo di un International Advisory Board, composto da personalità di rilievo del mondo scientifico e universitario esterne all’Ateneo.

© Politecnico di Torino - Credits